Trump agli americani: "Assalto virus cinese non è colpa vostra"

webinfo@adnkronos.com

Donald Trump torna ad utilizzare il termine "virus cinese", che nei giorni scorsi aveva suscitato le critiche di Pechino. "Per le persone che ora si trovano senza lavoro a causa delle importanti e necessarie misure di contenimento, ad esempio la chiusura di hotel, bar e ristoranti, presto vi arriveranno soldi. L'assalto del virus cinese non è colpa vostra!. Saremo più forti che mai", scrive il presidente Usa su Twitter, dopo che ieri sono state annunciate misure che, tra l'altro, dovrebbero prevedere l'invio di contanti direttamente nelle tasche degli americani in difficoltà a causa dell'emergenza coronavirus.  

In un successivo tweet, Trump promette di "proteggere completamente" i programmi di welfare di assistenza sanitaria e sociale.