Trump, Boccia: Italia fuori da Ue? Impegnati a rafforzarla

Gci

Roma, 1 nov. (askanews) - "Un eccesso di amore per l'Italia, ma noi ci amiamo già tanto". Commenta con una battuta il ministro per gli affari regionali e le autonomie, Francesco Boccia, a margine di un incontro a Washington con i rappresentanti del Sistema Italia, le dichiarazioni di Donald Trump che, in una conversazione radiofonica con Farage ha sostenuto che l'Italia starebbe meglio senza la Ue.

"L'Italia - ha proseguito Boccia - è un Paese fondatore della Ue, impegnato a rafforzare l'Europa, la nostra casa comune. In un mondo senza confini, dove con il capitalismo digitale non ci sono regole, vincerebbe sempre il più forte e l'Italia non vincerebbe mai in una partita che si gioca tra Stati-continenti, come Usa, Cina e Russia. Rischieremmo di essere la dependance di qualcuno. C'è bisogno di un'Europa unita e forte e credo che anche gli Usa e il mondo ne abbiano bisogno per avere un mondo più equilibrato e giusto, altrimenti ci sarà una contrapposizione tra Usa e Cina con la Russia di mezzo. Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, è stato molto chiaro nel suo ultimo viaggio in Usa e penso che abbia indicato la rotta giusta da seguire".