Trump chiede un incontro a Xi Jinping per parlare di Hong Kong

Migliaia di uomini della polizia militare cinese hanno sfilato in uno stadio a Shenzen, al confine con Hong Kong. Nello stadio, secondo quanto accertato da un cronista della France Press, c'erano anche veicoli armati per il trasporto di truppe, il che accresce i timori di un intervento militare cinese per mettere fine a più di 10 settimane di proteste per la democrazia nell'ex colonia britannica, spesso sfociate in violenti scontri tra i manifestanti e la polizia.

I know President Xi of China very well. He is a great leader who very much has the respect of his people. He is also a good man in a “tough business.” I have ZERO doubt that if President Xi wants to quickly and humanely solve the Hong Kong problem, he can do it. Personal meeting?

— Donald J. Trump (@realDonaldTrump) August 14, 2019

Il presidente Usa, Donald Trump, intanto ha chiesto un incontro con l'omologo cinese, Xi Jinping, per parlare proprio della situazione all'interno del territorio autonomo, dove continuano da più di 10 settimane le proteste antigovernative. "Conosco molto bene il presidente cinese Xi. È un grande leader che ha un grande rispetto per il suo popolo. È anche un uomo buono nelle situazioni difficili. Non ho dubbi che se vuole risolvere il problema di Hong Kong in modo rapido e umano, puo' farlo", ha twittato il presidente Usa, che conclude il messaggio con una frase, "Personal meeting?", che sembra una esortazione ad un vertice con il collega cinese.

Gli Usa hanno espresso "forte preoccupazione" per la concentrazione di militari cinesi al confine con l'ex colonia britannica e allo stesso tempo hanno condannato la violenza nelle proteste e hanno esortato le due parti alla "moderazione".