Trump chiese aiuto ad Australia per screditare inchiesta Mueller -3-

Coa

Roma, 1 ott. (askanews) - L'indagine su Trump e la Russia è stata in parte scatenata da funzionari australiani che hanno comunicato all'Fbi le preoccupazioni di un diplomatico. Alexander Downer, allora alto commissario australiano nel Regno Unito, aveva affermato che l'ex consigliere di Trump George Papadopoulos gli aveva detto a maggio 2016 che Mosca aveva "sporcizia" su Hillary Clinton.

"Ha detto ... che i russi avrebbero potuto rilasciare alcune informazioni che potevano essere dannose per Hillary Clinton", ha dichiarato in seguito Downer alla Australian Broadcasting Corporation. Papadopoulos ha sempre negato di aver mai discusso di tali dettagli ed ha scontato una pena detentiva di due settimane nel 2018 dopo essersi dichiarato colpevole di avere mentito all'Fbi.