Trump chiese a Zelensky di indagare su Biden Jr. -3-

A24/Pca

New York, 25 set. (askanews) - Durante la telefonata, Trump ribadì un'accusa infondata che Giuliani sostenne per mesi, per cercare di convincere Kiev, ovvero che Joe Biden, da vicepresidente, chiese il licenziamento del procuratore generale Viktor Shokin, che aveva ereditato una vasta indagine sulla corruzione che riguardava Burisma - la società energetica che aveva, nel suo board, Hunter Biden - per proteggere il figlio. Biden, però, agì in linea con la politica dell'amministrazione Obama e a sostegno dei riformatori ucraini, visto che Shokin era considerato un corrotto; inoltre, Washington sosteneva le indagini su Burisma, che invece erano a rischio nelle mani di Shokin. Lo scorso maggio, il nuovo procuratore generale disse che non c'era alcuna prova contro Biden o suo figlio.

"Si parla molto del figlio di Biden, che Biden fermò le indagini e molte persone vogliono saperne di più, quindi sarebbe grandioso se tu potessi fare qualsiasi cosa" disse Trump a Zelensky. "Biden - aggiunse - andava in giro a vantarsi di aver fermato le indagini, quindi se potessi indagare...mi sembra una cosa orribile".