Trump continua a dividere gli Stati Uniti. Scontri in California e a New York tra opposte fazioni.

Un paese spaccato a metà.

Scontri violenti tra supporters e oppositori del Presidente Donald Trump si sono verificati sabato a Berkeley, in California.

Manifestanti di entrambe le parti, 2 o 300 al massimo secondo la polizia, si sono affrontati a viso aperto per strada. Le forze dell’ordine hanno usato spry urticanti e arrestato diverse persone prima di riuscire a riportare la situazione sotto controllo.

Con lo slogan di “March4Trump”, anche a New York, i sostenitori del Presidente hanno voluto rispondere alle proteste dei detrattori della politica del nuovo inquilino della Casa Bianca.

I supporters del Presidente, si sono riuniti ai piedi della Trump Tower, mentre gli oppositori si sono dati appuntamento dalla parte opposta della strada. Una chiara rappresentazione della distanza tra le diverse fazioni.

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità