Trump contro turismo delle nascite, visti negati a donne incinte

A24/Pca

New York, 23 gen. (askanews) - Da domani, per le donne straniere incinte sarà più difficile entrare negli Stati Uniti. Questo perché il dipartimento di Stato americano vuole fermare il cosiddetto "turismo delle nascite", ovvero i viaggi organizzati per far nascere i bambini negli Stati Uniti, in modo che ottengano la cittadinanza. Le nuove regole permetteranno ai funzionari consolari all'estero di negare più facilmente i visti alle donne incinte, se arriveranno alla conclusione che lo scopo del viaggio sia quello di far nascere i figli negli Stati Uniti.

Le nuove restrizioni riguarderanno i visti per viaggi di piacere, per cure mediche o per visite ai familiari. I conservatori, da tempo, si battono contro quelli che definiscono 'anchor babies', letteralmente "i bambini àncora", espressione offensiva usata per i bambini nati negli Stati Uniti da immigrati, in particolare da quelli illegali, visto che la cittadinanza statunitense è riconosciuta a tutti coloro che nascono nel Paese (bambini che poi diventerebbero un'àncora per la permanenza negli Stati Uniti dei genitori, comunque non assicurata dalle leggi statunitensi). (segue)