Trump e Macron concordano tregua per evitare guerra commerciale -2-

Bea

Roma, 21 gen. (askanews) - Washington ha minacciato a inizio dicembre una sovrattassa "fino al 100%" sull'equivalente di 2,4 miliardi di dollari di prodotti tipicamente francesi, in risposta all'imposizione da parte di Parigi di una tassa del tre per cento sulle grandi aziende digitali che colpirebbe soprattutto i "Gafa", Google, Amazon, Facebook e Apple. A farne le spese lo champagne, prodotti caseari come il formaggio roquefort, le borse in cuoio, i cosmetici e le stoviglie in porcellana o ancora le pentole in ghisa francesi, molto amate dai gourmet americani.

Parigi ha detto che rinuncerà alla sua tassa sui "Gafa" se si un accordo internazionale sulla tassazioen del digitale. A dicembre la Francia ha aperto un intesno negoziato in sede Ocse per evitare la nuova ondata di dazi americani, che si aggiungerenbbero a quelli applicati a ottobre nell'ambito del conflitto commerciale Airbus/Boeing sui vini non spumanti con meno di 14 gradi di alcol, un export che nel 2018 valeva un milardo di euro.