Trump, favore ai privati:grandi opere,basta controlli ambientali

A24/Pca

New York, 9 gen. (askanews) - Il presidente statunitense, Donald Trump, ha intenzione di esentare le grandi opere, finanziate privatamente, dai controlli preventivi sul loro impatto ambientale, obbligatori negli ultimi 50 anni. Lo scrive il Washington Post, citando tre fonti a conoscenza delle intenzioni della Casa Bianca. Trump dovrebbe presentare il suo piano nella giornata di oggi.

Si tratterebbe di un grosso cambiamento, che renderebbe più facile e veloce la costruzione di miniere e oleodotti, e l'espansione degli aeroporti, per esempio. Il piano di Trump prevede di ridurre il campo di azione del National Environmental Policy Act (Nepa), che rende obbligatoria la valutazione delle agenzie federali sull'impatto ambientale delle grandi opere. (segue)