Trump: "Giustizia uguale per tutti"

morte-floyd-trump

Venerdì 5 giugno è stata “Una grande giornata per George Floyd”: lo ha evidenziato Donald Trump a margine dei commenti sui sorprendenti dati sull’occupazione Usa e scatenando una marea di nuove polemiche. La tensione negli Stati Uniti resta altissima e le parole del Tycoon non sono altro che ulteriore benzina sul fuoco su una miccia che difficilmente riuscirà a spegnersi in pochi giorni.

Ed è polemica su quanto affermato dal titolare della Casa Bianca: “George ci sta guardando dal Paradiso e sta lodando l’economia americana”, ha affermato il presidente Donald Trump. Affermazioni etichettate come: “Riprovevoli, offensive e che fanno infuriare”. Sul caso è intervenuto anche Joe Biden, candidato alla Casa Bianca ed ex vicepresidente: “Parole di una gravità inaudita”.

Morte Floyd, le parole di Trump

Dopo la morte di Floyd, per Donald Trump adesso è importante che le forze di polizia garantiscano giustizia uguale per tutti. Il Tycoon, infatti, ha evidenziato come: “La pari giustizia ai sensi della legge deve significare che ogni americano riceve pari trattamento in ogni incontro con le forze dell’ordine, indipendentemente da razza, colore, genere o credo. Devono ricevere un trattamento equo dalle forze dell’ordine. Devono riceverlo”.

Nonostante ciò, però, Donald Trump ribadisce la sua contrarietà alle forti proteste che stanno caratterizzando gli Usa in queste settimane: “Non possiamo permettere saccheggi e furti durante le proteste”. Ed è solo grazie all’intervento della Guardia Nazionale se si è potuto evitare: “Il caos a Minneapolis”.