Trump torna in tv ma non cambia rotta: "Sono state le elezioni più truccate della storia"

Federica Olivo
·Giornalista, Huffpost
·1 minuto per la lettura
(Photo: ANDREW CABALLERO-REYNOLDS via Getty Images)
(Photo: ANDREW CABALLERO-REYNOLDS via Getty Images)

“Sono state le elezioni più truccate mai viste, una frode assoluta”: lo afferma Donald Trump parlando al telefono su Fox News nella sua prima intervista dalle elezioni. “Sono passato dalla vittoria di molto alla sconfitta per poco”, ha continuato.

Dell’avversario dice: “Joe Biden non ha ottenuto 80 milioni di voti” e sottolineando invece come lui ha ricevuto 74 milioni di voti, un record per un presidente in carica.

Solo ieri Trump aveva annunciato altre azioni legali. In Wisconsin il presidente Usa uscente sostiene di aver trovato “molti voti illegali” e ha fatto sapere che agirà quando il riconteggio sarà finito. In Pennsylvania, invece, i suoi legali faranno appello contro il ricorso, respinto, della sua campagna. I post in questione sono stati oscurati da Twitter perché ritenuti “controversi”. Crede ancora che gli esiti delle elezioni possano essere ribaltati, ma ammette che molto difficilmente il caso potrà essere valutato dalla Corte suprema: “Spero ci sia ancora una strada per la vittoria, per il bene del Paese, ma è dura portare i nostri casi davanti alla Corte Suprema, dovrebbero prendere una grande decisione”. Trump ha quindi attaccato i verdetti finora emessi dalle varie corti che hanno respinto cause e ricorsi della sua campagna, l’ultima la Corte Suprema della Pennsylvania. “Non ci permettono di mostrare le nostre prove, dicono al presidente degli Stati Uniti che non ha la possibilità. Ma in che sistema giudiziario abbiamo?”. “Io vorrei presentare un’unica grande causa con prove incredibili e centinaia e centinaia di dichiarazioni giurate - ha aggiunto - ma non ce lo permettono”.

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.