Trump: inviterò Putin al G7 2020 negli Stati Uniti

HuffPost

E’ “certamente possibile”. Così il presidente Usa Donald Trump ha risposto, prima dell’incontro con il premier britannico Boris Johnson alla domanda se ha intenzione di invitare la Russia al G7 del 2020 che si terrà in America. 

E la Russia non chiude dichiarandosi pronta a considerare l’invito al vertice del G7 nel 2020 negli Usa. E’ quanto ha sostenuto il portavoce del Cremlino, Dmitri Peskov, in un’intervista a Sputnik. “Il presidente Putin in conferenza stampa ha già risposto a questa domanda: se arriva, certamente la considereremo”, ha dichiarato. Mosca è stata allontanata nel 2014 dal G8 in seguito all’annessione della Crimea e all’aggressione dell’Ucraina orientale. Da Biarritz, dove è in corso il G7, fonti diplomatiche hanno sottolineato che è troppo presto per un suo reintegro e che serve un percorso di verifica.

LEGGI ANCHE:  Trump si è già preso la scena del G7

Il presidente Usa  a Biarritz chiama fake news le notizie, che definisce “false e inaccurate” sulle tensioni con gli altri paesi del G7 e sui rischi di recessione negli Stati Uniti. Gli incontri con i leader stanno andando “molto bene” e “il nostro Paese, economicamente sta andando alla grande”. “Prima che arrivassi in Francia - scrive Trump - notizie false e disgustose sostenevano che le relazioni con gli altri sei Paesi del G7 fossero molto tese e che i due giorni di incontri sarebbero stati in disastro”. Allo stesso modo, prosegue, le fake news “stanno cercando di convincerci di una recessione, stanno tentando di spingere l’America verso tempi economici difficili, tanto peggio, tanto meglio, tutto pur di rendere la mia rielezione più difficile”.

LEGGI ANCHE: Macron: “Affrontiamo insieme sfide globali, vertice ecoresponsabile”

GUARDA ANCHE: Scontri fra anti-G7 e polizia, decine di arresti

 

 

Continua a leggere su HuffPost