Trump minaccia di non firmare pacchetto stimolo per Covid, vuole maggiori aiuti

·1 minuto per la lettura
Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump durante una conferenza stampa in occasione della Festa del Ringraziamento

WASHINGTON (Reuters) - Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha minacciato ieri di non firmare il pacchetto di aiuti economici del valore di 892 miliardi di dollari contro il coronavirus che contiene i fondi necessari ai cittadini statunitensi, affermando che dovrebbe essere modificato per aumentare l'importo totale delle agevolazioni fiscali.

Le attività del governo Usa sono finanziate su base temporanea fino al 28 dicembre, in attesa dei 1.400 miliardi di dollari di budget federale nell'ambito della legge finanziaria per il 2021 che rientra nella misura.

L'impossibilità di approvare un'altra misura temporanea o superare un possibile veto di Trump alla legge potrebbe tradursi in un parziale blocco del governo. La minaccia del presidente uscente, che resterà in carica per meno di un mese, rischia di vanificare lo sforzo bipartisan di fornire un aiuto ai cittadini che hanno visto le proprie vite sconvolte dalla pandemia.

"La misura che vogliono rimandare alla mia scrivania è molto diversa da quanto anticipato", ha detto Trump in un video pubblicato su Twitter. "È davvero una disgrazia."

La Camera dei rappresentati Usa e il Senato hanno entrambi approvato la legge con un'ampia maggioranza lunedì sera.

(Tradotto da Redazione Danzica, in redazione a Milano Gianluca Semeraro, michela.piersimoni@thomsonreuters.com, +48 587696616)