Trump perde le elezioni locali: democratici vincenti in 2 stati su 3

trump-elezioni-locali

Brutto colpo per il Presidente degli Stati Uniti Donald Trump, che esce sconfitto dalle elezioni locali nel cosiddetto “super-tuesday” di martedì 5 novembre, considerato da molti il primo vero test elettorale in vista delle prossime presidenziali del 2020. In questa occasione infatti, il Partito Repubblicano ha perso in due Stati su tre in cui i cittadini erano chiamati a votare per il nuovo governatore o per il parlamento locale. I democratici hanno invece colto due inaspettate vittorie in Kentucky e in Virginia, mentre il Gop e riuscito a mantenere il controllo del Mississippi con l’elezione di Tate Reeves a governatore.

Trump sconfitto alle elezioni locali

Il risultato più sorprendente è stato sicuramente quello delle elezioni parlamentari in Virginia, dove il Partito Democratico è riuscito a conquistare la maggioranza dopo oltre vent’anni di dominio repubblicano. Ad aggiungere un’ulteriore beffa al danno subito da Donald Trump c’è anche il fatto che nel nuovo parlamento è stata eletta Juli Briskman, la ciclista divenute celebre nel 2017 per aver fatto il dito medio all’auto su cui viaggiava il Presidente. Già nel 2016 tuttavia, la Virginia fu uno degli Stati in cui Trump venne sconfitto da Hillary Clinton alle presidenziali, con un distacco di 5 punti percentuali.

Solo da alcune ore si è invece riusciti a confermare la vittoria del democratico Andy Beshear sul repubblicano Matt Bevin come governatore del Kentucky. Dopo un testa a testa durato tutta la notte e dopo essere giunti al 100% delle schede scrutinate, il candidato Dem (già governatore dal 2007 al 2015) ha infatti rivendicato la vittoria con il 49,2% dei voti contro il 48,9% di Bevin. Una vera batosta per il Trump in uno stato dove alle scorse presidenziali aveva staccato la Clinton di ben 30 punti.

La vittoria in Mississippi

Unica consolazione in una tornata deludente per il Grand Old Party è la vittoria nello stato del Mississippi, dove l’attuale governatore Phil Bryant passa le consegne al suo vice Tate Reeves. Reeves è stato eletto vincitore contro il candidato democratico Jim Hood, quest’ultimo già procuratore generale e dalle spiccate tendenze politiche conservatrici (è noto per le sue posizioni anti abortiste e a favore della libera circolazione delle armi).

Non si sono fatte attendere in questo caso le congratulazioni di Donald Trump, che sul suo account Twitter ha commentato: “Congratulazioni a Tate Reeves per l’elezione a Governatore dell Grande Stato del Mississippi. Il nostro comizio di venerdì è riuscito a spostare i pronostici da un pareggio a una grande vittoria. Una forte reazione sotto pressione Tate!”.