Trump, procura NY chiede confisca 8 anni dichiarazioni dei redditi

Bea

Roma, 17 set. (askanews) - Donald Trump si prepara a una nuova battaglia sulle sue dichiarazioni dei redditi, finora rimaste segrete, dopo che la procura di New York ha emesso un ordine di sequestro per la documentazione fiscale del presidente relativa a otto anni, dal 2011 a oggi. Trump è il primo presidente in quasi 40 anni a non divulgare le dichiarazioni dei redditi nonostante nel 2016, in campagna elettorale, abbia promesso di farlo, e ha sempre respinto le richieste in questo senso di democratici e autorità.

Ma ieri l'ufficio del procuratore distrettuale di Manhattan Cyrus Vance, che indaga sui pagamenti all'attrice porno Stormy Daniels durante la campagna presidenziale 2016 per farla tacere sulla sua relazione con Trump, ha ordinato il sequestro di otto anni di documenti fiscali personali e aziendali di Trump, scrive la stampa Usa. Mazars USA, la società di contabilità che redige le dichiarazioni dei redditi di Trump, ha annunciato in una nota che "rispetterà in pieno i suoi obblighi legali".

Il New York Times sottolinea che se anche la procura otterrà i documenti, questi resteranno coperti dal segreto istruttorio e potranno essere pubblicati solo se verranno usati in un processo penale. Un legale della Trump Organization, Marc Mukasey, ha detto ad Ap che sta "valutando la situazione e risponderà in modo adeguato".