Trump scatenato su Twitter nel giorno dei funerali #GeorgeFloyd

Trump scatenato su Twitter nel giorno dei funerali #GeorgeFloyd

Washington, 9 giu. (askanews) – Donald Trump si scatena su Twitter nel giorno dei funerali di George Floyd a Houston. E il senso delle sue parole è fin troppo chiaro: “Avrei dovuto lasciare che la polizia facesse il proprio lavoro e mandare la Guardia Nazionale il primo giorno, non il quarto!”. Parole pesanti come macigni a commento di un video che il presidente ha ritwittato, ma chi lo ha postato, ha scritto così: “Minneapolis, sembrano le conseguenze di una guerra”.

Il capo di stato e candidato repubblicano alla corsa elettorale che si concluderà il 3 novembre, inizia ad annaspare nei sondaggi, contro Joe Biden capofila in pectore per il fronte democratico. Ma ormai i nemici per Trump non sono soltanto nelle fila dem. Anche al Pentagono è lunga la lista di generali, nonchè uomini di spicco del Grand Old Party.

E per questo Trump torna all’attacco – a pochi minuti dalle esequie di Floyd – dell’ex capo del Pentagono James Mattis, che lo aveva accusato di minare la costituzione invocando l’uso dell’esercito contro le proteste per la morte dell’afroamericano ucciso dalla polizia. “Mattis è stato uno dei generali più sopravvalutati del nostro Paese. Ha parlato un sacco ma non ha mai ‘portato a casa la pagnotta’. È stato terribile! Un giorno racconterò la vera storia su di lui e su altri, sia buoni che cattivi!”.