Trump teme la recessione ma per ora esclude la quarantena nazionale

Negli Stati Uniti una recessione è possibile a causa della pandemia di coronavirus. Lo ha detto il presidente, Donald Trump in conferenza stampa. "Potrebbe essere possibile", ha risposto Trump ad una domanda specifica. "Non pensiamo in termini di recessione. Pensiamo in termini di virus", ha aggiunto il presidente degli Stati Uniti. 

Il presidente Usa ha detto di non avere in programma di imporre un lockdown a livello nazionale o un coprifuoco, come misure per contrastare l'epidemia di Covid-19. Annunciando nuovi provvedimenti restrittivi, Trump ha spiegato che si potrebbe valutare una quarantena solo di "alcune zone".

"In questo momento, non si parla di un provvedimento del genere a livello nazionale, ci sono alcuni luoghi della nostra nazione che non sono molto colpiti". Lo riporta la Cnn.

Dopo aver minimizzato la situazione per settimane, il presidente Usa, Donald Trump, ha dato una valutazione cupa dell'epidemia di Covid-19 parlando col figlio di 13 anni. "È brutta, è brutta", ha detto riportando la sua conversazione col figlio più piccolo, Barron. "Ma, se tutto va bene, saremo il caso migliore e non il peggiore", ha aggiunto, come riporta la Cnn.