Trump va fiero del suo quadro di Renoir, ma è un... fake

vgp

Roma, 24 ott. (askanews) - Avendolo comprato, Donald Trump è convinto di possedere un Renoir ma lo stesso quadro, "Le due sorelle sulla terrazza", è esposto all'Art Institute di Chicago e anche nell'era delle fake-news la cosa, a rigor di logica pone un problema. Il quadro esposto nell'abitazione newyorkese di Trump rischia di essere una copia, se non proprio un falso bello e buono. La portavoce del museo di Chicago, Amanda Hicks, con una mail non priva di sottile e perfida ironia la mette così: "Siamo lieti di confermare che è nella nostra collezione. Siamo orgogliosi e grati della possibilità di condividere questo eccezionale dipinto con il nostro un milione e mezzo di visitatori annui".

Del Renoir di Trump ha parlato Tim O'Brien, biografo del magnate-presidente. Intervistando nel 2005 Trump per il libro book "TrumpNation: The Art of Being the Donald" O'Brien racconta che il miliardario gli mostrò con fierezza il dipinto. "Per me fu un colpo - racconta O'Brien alla rivista Hive - e dissi a Trump: sono cresciuto a Chicago, quello non è un originale". Trump allora insistette a ribadire l'autenticità del suo dipinto.

Il Renoir esposto a Chicago è stato donato al museo nel 1933 da un collezionista d'arte della città che l'aveva comprato da un mercante d'arte parigino che a sua volta l'aveva acquistato dal pittore nel 1881 al prezzo di 1.500 franchi. C'è da chiedersi quanto Trump abbia speso per la sua copia.