Truppe USA in massima allerta, Biden e Ue al fianco di Kiev

·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 24 gen. (askanews) - Gli Stati Uniti hanno posto in massima allerta fino a 8.500 truppe per la crisi ucraina. Le forze potrebbero essere dislocate nell'area della crisi nello spazio ex sovietico. E' quanto ha comunicato il portavoce del Pentagono John Kirby durante un briefing ufficiale sulla situazione di grave tensione tra Mosca e Kiev. Secondo la Difesa USA i russi "al momento non hanno intenzione di iniziare una de-escalation".

Successivamente il presidente degli Stati Uniti ha incontrato in videoconferenza i leader europei, tra i quali anche Mario Draghi. "Oggi ho parlato con i leader europei in risposta al rafforzamento militare russo ai confini dell'Ucraina - ha poi dichiarato Biden -. Abbiamo discusso dei nostri sforzi congiunti per scoraggiare un'ulteriore aggressione russa, come la possibilità di imporre gravi costi economici alla Russia e rafforzare la sicurezza sul fianco orientale".

"È stato reiterato il sostegno alla sovranità - hanno fatto sapere da Palazzo Chigi - e all'integrità territoriale dell'Ucraina. Sono state inoltre ribadite l'importanza di mantenere il più stretto coordinamento tra gli alleati e l'esigenza di una risposta comune, capace di tenere aperto un canale di dialogo con la Russia per allentare le tensioni, chiarendo nel contempo le gravi conseguenze che un ulteriore deterioramento della situazione potrebbe comportare".

"Siamo d'accordo che qualsiasi ulteriore aggressione di Russia contro l'Ucraina avrà costi elevati", ha invece commentato il segretario generale della Nato Jens Stoltenberg. Da parte sua la presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen "ha riaffermato il forte sostegno della Ue all'Ucraina che include l'annuncio di un nuovo pacchetto di sostegni da 1,2 miliardi di euro sotto forma di finanziamento d'emergenza e di ulteriori 120 milioni".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli