Tshegofatso Pule uccisa a Johannesburg: sgomento nel Paese

Sudafrica donna accoltellata

Orrore in Sudafrica dove una donna, la 28enne Tshegofatso Pule, è stata accoltellata e appesa ad un albero. L’episodio sta creando sgomento in tutto il Paese mentre la polizia ha confermato che è già stato aperto un fascicolo d’inchiesta per omicidio. Stando alle prime informazioni la donna era incinta di otto mesi ed era scomparsa la scorsa settimana.

Sudafrica, donna uccisa a Johannesburg

Il suo corpo è stato ritrovato appeso ad un albero nei pressi di Johannesburg. In Sudafrica la morte di Tshegofatso Pule sta creando un movimento d’indignazione anche sui social network. Su Twitter è di tendenza l’hashtag #JusticeForTshego.

Avviate le indagini

La polizia in Sudafrica ha avviato le indagini per la morte della donna accoltellata, mentre in tutto il Paese, come già accennato, si sta levando un coro di polemiche. Alla ribalta delle cronache le statistiche sulla violenza contro le donne e le recenti dichiarazioni del presidente del Sudafrica Matamela Cyril Ramaphosa che lo scorso anno aveva detto: “Questo è uno dei luoghi più pericolosi al mondo per essere una donna”. Secondo i dati diffusi recentemente tra il 2017 ed il 2018 2.930 donne adulte sono state uccise.

I Tribunali speciali

Quello della 28enne Tshegofatso Pule è l’ultimo quindi di una serie di efferati omicidi. Nel 2019 sono anche state organizzate una serie di manifestazioni in diverse città del Sudafrica. Da allora sono stati riaperti i Tribunali speciali contro i reati sessuali che hanno comunque lavorato con non poche difficoltà a causa della mancanza di risorse.