Tubercolosi in una scuola materna a Venezia: controlli sugli alunni

Tubercolosi scuola materna Venezia

Un bimbo iscritto ad una scuola materna di Scorzè, nella città metropolitana di Venezia, è risultato positivo ai test della tubercolosi. Per questo la Ulss 3 Serenissima ha disposto controlli medici urgenti sugli alunni dell’istituto, oltre cento, e sulle loro insegnanti.

Tubercolosi in una scuola materna di Venezia

Una volta che gli esami hanno confermato la positività del bimbo alla Tbc è immediatamente scattata la procedura prevista in questi casi. Tutti i compagni e il personale che potrebbe essere entrato con lui dovranno essere sottoposti al test Mantoux per verificare se siano stati vittime di contagio. La malattia si trasmette infatti per via aerea attraverso le secrezioni respiratorie emesse da un individuo che l’ha contratta.

Il responsabile del servizio della Igiene pubblica della Ulss 3, Vittorio Selle, ha in primis assicurato che la situazione è sotto controllo. Ha poi spiegato che la scuola materna non subirà chiusura e che i controlli avranno luogo proprio durante le ore di lezione. Se i test riveleranno la positività di qualche bambino, quest’ultimo dovrà essere sottoposto ad ulteriori accertamenti e controlli. Soltanto in caso di diagnosi di malattia accertata, al paziente verranno somministrati farmaci specifici.

Al fine di dare ai genitori degli scolari conoscenze specifiche, Selle ha aggiunto di aver organizzato un incontro informativo di concerto con il Dirigente scolastico. Mercoledì 29 gennaio 2020 madri e padri sono quindi invitati presso la scuola per prendervi parte e capire tutti i dettagli della patologia, del suo contagio e dei rischi che questa comporta.

Un altro caso analogo si era verificato nei giorni precedenti in un asilo di Rovigo.