Tumore al polmone, presentato a Napoli nuovo protocollo di cura

Psc

Napoli, 18 nov. (askanews) - Tumore al polmone, in arrivo un nuovo protocollo di cura approvato dall'Aifa che - in procinto di essere utilizzato anche nei pazienti privi di target genetico per le terapie immunologiche di ultima generazione - raddoppia il tasso di sopravvivenza. Diagnosi precoce, appropriata presa in carico dei pazienti, accesso ai test molecolari, terapie innovative in prima linea e tempi rapidi di approvazione dei nuovi farmaci sono i temi della tavola rotonda promossa a Napoli da Motore Sanità grazie al contributo incondizionato di MSD e che ha visto la partecipazione delle istituzioni, dei clinici e delle associazioni di pazienti. "Parliamo di una patologia tra le più gravi in assoluto - ha detto Enrico Coscioni, consigliere per la Salute del presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca - abbiamo il dovere di cercare di velocizzare la diagnosi, continuare a fare ricerca e sperare che le terapie innovative vengano approvate in tempi rapidi". Fari puntati sulla rete oncologica: "L'approccio multidisciplinare e la logica di rete sono gli strumenti - ha aggiunto Attilio Bianchi, manager dell'istituto tumori Pascale di Napoli - per fronteggiare tutti i tipi di tumore. Nel caso del polmone assume un carattere stringente l'approccio multidisciplinare, da quello chemioterapico alla radioterapia alla caratterizzazione molecolare che fa singolo ogni tipo di caso alla differenziazione genetica e personalizzazione dei trattamenti fino alla ultime frontiere dell'immunoterapia". (segue)