Tumore rimosso in diretta Twitter

I social network entrano in sala operatoria. E, così, un tumore al cervello viene operato in diretta su Twitter (e non solo). L'iniziativa è dell’ospedale americano Houston Memorial Hermann, Texas. La clinica aveva già documentato sul sito di microblogging un intervento chirurgico; era il mese di febbraio di quest’anno e, durante un’operazione a cuore aperto, i medici fecero cinguettare ciò che stava succedendo. Questa volta, oltre al tecno-fringuello, il nosocomio ha utilizzato anche Storify, Pinterest e YouTube per mostrare – fase per fase – il delicato intervento a cui si è sottoposta una giovane donna. Insomma, chirurgia social in piena regola.

Donne, la nuova sfida è il tumore all’ovaio

Verso le 14:00, ora italiana, dall'account Twitter del Memorial Herman gli utenti hanno cominciato a porre domande direttamente al dottor Scott Shepard. Il neurochirurgo ha spiegato che la paziente era una donna di 21 anni che ha acconsentito alla diretta ma non alla divulgazione del suo nome. Il tumore, un angioma cavernoso situato nel lobo temporale destro, aveva una massa di 2 cm ed è stato scoperto un mese fa, dopo una crisi epilettica della paziente. Con il passare dei minuti sono state postate in tempo reale le foto, dalla paziente sul lettino alla preparazione degli strumenti per eseguire l’operazione.

Lezione di scienze a tempo di rock: il video

Seguendo l’hashtag #MHbrain gli utenti si sono scambiati i commenti mentre l’équipe chirurgica del dottor Dong Kim continuava a postare status e fotografie. La diretta inizia alle 8:30 di mattina orario locale (ovvero le 15:30 in Italia). L’operazione comincia circa un’ora dopo. La rimozione di un tumore al cervello nei paesi economicamente avanzati (dati 2002-2006) interessa ogni anno 18 persone ogni 100mila. Si entra nel vivo dell’operazione con immagini la cui visione è sconsigliata a persone facilmente impressionabili. Dopo le immagini dell’incisione e del tumore c’è spazio anche per un po’ di storia: "La craniotomia è il più antico intervento chirurgico. Risale al periodo neolitico (8000-5000 a. C.)” cinguetta il dottor Shepard. Dopo le 19, sulla bacheca Pinterest e su YouTube viene postato il video della rimozione del tumore e, successivamente, appare la foto che testimonia i punti di sutura: «L'incisione è stata chiusa alle 12:08 CST. I punti saranno rimossi dopo 2 settimane». Tutto bene, insomma.

Emma: “La mia battaglia contro il cancro”

Yahoo! Notizie - Novità sul trattamento dei tumori

Ricerca

Le notizie del giorno