Tumori, 50% pazienti soffre malnutrizione: allo studio terapie

Mpd

Roma, 26 set. (askanews) - Circa il 50% dei pazienti oncologici in Europa soffre di malnutrizione. Se, da un lato, il tasso di malnutrizione è perfino più elevato nei pazienti affetti da tumori gastrointestinali (GI) - quali pancreas, 67%, stomaco ed esofago, 60% - dall'altro, le real-world evidence indicano che solo il 23% dei pazienti affetti da tumori GI riceve una diagnosi di malnutrizione, a causa della mancanza di uno screening adeguato. Circa un quarto di tutti i pazienti oncologici muore per le conseguenze della malnutrizione, invece che per le conseguenze della malattia stesso, ma a molti pazienti la malnutrizione collegata al cancro non viene diagnosticata. Il supporto nutrizionale e la nutrizione clinica migliorano il decorso dei pazienti oncologici, ma solo raramente fanno parte della terapia oncologica. Sono i dati su cui si confronteranno oncologi provenienti da Italia, Spagna e Francia in occasione del congresso della European Society for Medical Oncology (ESMO) che si terrà a Barcellona dal 27 settembre al 1 ottobre. Focus sull'importanza dell'avvio precoce di una terapia di nutrizione clinica nei pazienti oncologici nel corso dell'evento organizzato da Baxter dal titolo "Early and effective nutritional therapy in GI cancer patients: an opportunity to improve outcome".

(Segue)