Tumori: al Quirinale la cerimonia 'I Giorni della Ricerca'

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 19 nov. (Adnkronos) – Si è svolta questa mattina al Palazzo del Quirinale, alla presenza del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, la cerimonia di celebrazione de "I Giorni della Ricerca", iniziativa promossa dall'Associazione italiana per la ricerca sul cancro. Sono intervenuti il presidente della Fondazione Airc, Andrea Sironi, il direttore scientifico della Fondazione Airc, Federico Caligaris-Cappio, la Ricercatrice Airc, Silvia Piconese, la ministra dell'Università e della Ricerca, Maria Cristina Messa, e il ministro della Salute, Roberto Speranza.

Il Capo dello Stato ha consegnato il Premio Airc "Credere nella Ricerca" al Gruppo Banco Bpm, "dimostrando ogni giorno di voler sostenere concretamente il progresso della ricerca sul cancro in Italia in particolare sui tumori femminili e sui tumori pediatrici, la formazione e specializzazione dei giovani talenti dell’oncologia italiana e la divulgazione della conoscenza sui temi della prevenzione e della cura dei tumori", e a Geppi Cucciari, "per il suo costante impegno nella valorizzazione del ruolo della ricerca e dell'importanza della prevenzione".

Il Premio "Beppe Della Porta" è stato consegnato al professor Enrico Tiacci, dell'Università degli Studi di Perugia, "per il suo contributo sulla diagnosi e la terapia delle neoplasie ematologiche acute e croniche". La cerimonia si è conclusa con l'intervento del Presidente della Repubblica. Erano presenti il presidente della Corte Costituzionale, Giancarlo Coraggio, la Vicepresidente della Camera dei deputati, Maria Edera Spadoni, la senatrice Paola Binetti, segretario di presidenza del Senato, rappresentanti del mondo politico, della ricerca, dell'università e della comunicazione.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli