Tumori al seno, la prevenzione corre sul treno: torna ... -2-

Mpd

Roma, 30 set. (askanews) - Le ultime otto edizioni del Frecciarosa hanno registrato un importante successo: oltre 9 milioni di viaggiatori Trenitalia in totale intercettati dall'iniziativa, oltre 5mila visite e consulenze gratuite a bordo treno e in stazione e circa 500mila Vademecum della Salute distribuiti.

"Non mancherà mai l'impegno delle istituzioni nel sostegno alle politiche di prevenzione", ha dichiarato Roberto Speranza Ministro della Salute, ricordando che "questa è un'iniziativa che va nella direzione giusta. Il nostro obiettivo è il rispetto dell'articolo 32 della Costituzione che sulla salute da un imput allo Stato. Ma non è solo lo Stato che deve stare in campo: è bello vedere soggetti sociali, realtà associative che insieme lavorano per rispettare l'articolo 32".

"Il treno favorisce conoscenza e comunicazione, ma è anche luogo dove poter fare prevenzione - ha detto Gianfranco Battisti, Amministratore Delegato e Direttore Generale del Gruppo FS Italiane - uno spazio privilegiato in cui ricevere da specialisti volontari informazioni mediche su corretti stili di vita e accrescere la propria cultura della prevenzione che è l'arma più efficace per combattere le malattie oncologiche. È questo l'obiettivo di Frecciarosa, tradizionale appuntamento giunto alla sua nona edizione. Anche quest'anno le persone avranno la possibilità di utilizzare i tempi di viaggio per incontrare medici specialisti, ricevere consulenze e fare visite gratuite. Un'opportunità sfruttata nelle scorse edizioni da migliaia di donne e uomini sia a bordo dei treni di Trenitalia sia nelle stazioni. Quest'anno prevediamo di coinvolgere un numero maggiore di persone perché i volontari di Frecciarosa non saranno a bordo solo delle Frecce, ma anche degli InterCity, in Sicilia, e sui treni regionali di Sardegna, Campania, Umbria e Molise.

(segue)