Tumori: da prevenzione a lettini solari, al via campagna su melanoma

(ASCA) - Roma, 26 apr - Secondo uno studio condotto in

Germania un buon programma di prevenzione e screening della

pelle puo' diminuire notevolmente l'incidenza del melanoma.

Se ne e' discusso oggi nel corso della presentazione alla

stampa della terza edizione italiana dell'''Euromelanoma

day'', la campagna informativa organizzata da SIDeMaST -

Societa' Italiana di Dermatologia e Malattie Sessualmente

Trasmesse - che lunedi' 7 maggio prevede incontri informativi

con dermatologi su prevenzione e diagnosi precoce del

melanoma e dei tumori della pelle presso i Centri

Dermatologici italiani.

Inoltre, per la prima volta, sabato 5 maggio, dalle 10

alle 18, i dermatologi saranno a disposizione del pubblico

anche nelle piazze delle principali citta' italiane presso

gazebo informativi dedicati all'iniziativa.

''La prevenzione del melanoma - ha dichiarato Ketty Peris,

Direttore della Clinica Dermatologica Universitaria de

L'Aquila - inizia anche con un'adeguata esposizione solare.

Da un recente studio, che abbiamo condotto in collaborazione

con le Universita' di Graz e l'Arcispedale di Reggio Emilia,

emerge, infatti, che circa il 5% di tutti i soggetti con nevi

che si espongono al sole applica la crema solare protettiva

solo sui nevi piuttosto che sull'intera superficie corporea.

Si tratta di un'abitudine profondamente sbagliata poiche'

solo una minoranza dei melanomi deriva dalla trasformazione

maligna di un nevo pre-esistente; la maggior parte di questi

tumori insorge invece sulla cute sana. Per una corretta

prevenzione - ha concluso la Prof.ssa Peris - e'

fondamentale, quindi, che l'applicazione delle creme

protettive con alto filtro solare avvenga su tutta la

superficie cutanea''.

Altro monito della SIDeMaST riguarda l'utilizzo

indiscriminato dei lettini solari: uno studio ventennale

condotto negli Usa su 73.494 donne in fasce d'eta' 15-25 anni

e 25-35 anni, ha dimostrato, infatti, che l'uso dei lettini

solari 4 volte all'anno in entrambi gli intervalli di eta' ha

causato un aumento del rischio di sviluppare melanoma e

tumori della pelle.

Ricerca

Le notizie del giorno