Tumori ovaio, Regina Elena: relazioni pericolose tra alcune proteine -3-

Rus

Roma, 2 ago. (askanews) - "Abbiamo identificato una nuova vulnerabilità delle cellule tumorali - sottolinea Gennaro Ciliberto, direttore scientifico IRE - che una volta colpita può ridurre l'aggressività delle cellule del tumore sieroso dell'ovaio".

Nel tessuto tumorale la presenza contemporanea del recettore dell'endotelina insieme a YAP e beta-arrestina è associata a un decorso peggiore della malattia. È questa un'ulteriore prova dell'importanza della relazione pericolosa messa in luce dai nostri ricercatori, analizzando un gruppo di pazienti con tumore all'ovaio sieroso di alto grado con alta frequenza delle mutazioni della proteina p53. Questa scoperta, se ulteriormente validata, potrebbe avere significative ricadute cliniche nello sviluppo di nuove strategie terapeutiche e prognostiche.