Tumori sangue, Ail: terapie sempre pi efficaci fanno la differenza -3-

Cro-Mpd

Roma, 17 giu. (askanews) - Negli ultimi anni la ricerca stata sempre pi attenta alla qualit della vita dei pazienti, sia per quanto riguarda il trattamento sia la somministrazione. Valutare la qualit di vita dei pazienti oncologici oggi un aspetto molto importante che contribuisce anche ad aiutare i medici, e i pazienti stessi, a fare delle scelte terapeutiche sempre pi consapevoli. 'I progressi fatti nell'ematologia negli ultimi 20 anni, e nel caso specifico anche nell'ambito dei linfomi, sono stati notevoli - informa Fabio Efficace, Responsabile Studi di Qualit di Vita della Fondazione GIMEMA -. Oggi importante poter scegliere quelle terapie che, pur garantendo ottimi risultati clinici, permettono anche di avere una buona qualit di vita e pochi sintomi. Valutare la qualit di vita significa mettere il paziente al centro del percorso terapeutico perch, molto spesso, la percezione del medico non corrisponde a quella del paziente'.

Fare ricerca significa fare rete tra ricercatori e centri, il fine sempre uno solo: disporre di opzioni terapeutiche efficaci e che non abbiano un impatto negativo sulla vita dei pazienti. La Fondazione Italiana Linfomi nata 10 anni fa proprio con questo fine. 'La prima funzione della FIL di 'mettere in rete' tutti i centri italiani che si occupano di linfoma e di coordinare la maggior parte delle ricerche che si svolgono in Italia su questo insieme di patologie - informa Francesco Merli, Presidente Fondazione Italiana Linfomi Onlus e Direttore S.C. Ematologia Azienda USL - IRCCS Reggio Emilia - Oggi, fare ricerca significa poter avvalersi di data manager dedicati alla raccolta dei dati clinici e di laboratorio, avere un gruppo di statistici che li possano elaborare e occuparsi di produrre tutta la documentazione necessaria perch uno studio clinico possa essere condotto nel rispetto delle leggi e dell'etica a tutela del paziente'. Nei prossimi anni previsto l'arrivo di nuovi farmaci che potranno far fare ulteriori passi avanti; il punto fondamentale per medici e pazienti renderli disponibili.

Nel corso degli anni, insieme ai pi importanti risultatati della ricerca scientifica, la Giornata Nazionale stata anche l'occasione per presentare 'Sognando Itaca' l'iniziativa di vela terapia dedicata ai pazienti ematologici che ha lo scopo di favorire la loro riabilitazione psicologica e il miglioramento della qualit della vita, per 13 anni culminato con l'Itaca day il 21 giugno. Quest'anno la quattordicesima edizione, a causa della pandemia, non si potuta realizzare, come moltissime altre manifestazioni ed eventi di carattere nazionale o provinciale delle 81 Sezioni AIL presenti sul territorio nazionale. Ma le iniziative di AIL per i pazienti e il miglioramento della qualit di vita loro e dei loro famigliari continuano, per il momento solo in forme diverse. Come ogni anno, alcuni tra i pi illustri ematologi italiani saranno a disposizione di chi ne ha bisogno per fornire risposte e consigli al Numero verde Ail - Problemi ematologici 800.226.524 dalle ore 8.00 alle ore 20.00 di venerd 19 giugno. Tutte le informazioni sulle iniziative e gli incontri promossi dalle sezioni AIL in occasione della Giornata Nazionale sono disponibili sul sito www.ail.it.