Tumori testa e collo: agire per tempo può salvare la vita

Cro-Mpd

Roma, 17 set. (askanews) - Sottoporsi ad una semplice visita maxillo-facciale o otorinolaringoiatrica: tanto potrebbe bastare per salvarsi la vita. I tumori della testa e del collo sono infatti facilmente riconoscibili nelle fasi iniziali di malattia e un trattamento precoce si traduce in un tasso di guarigione che va dal 75% al 100%. Una statistica che crolla drasticamente nei casi avanzati, quando solo il 40% dei pazienti sopravvive a cinque anni dalla diagnosi1. Proprio per invitare la popolazione a non temere e a richiedere un consulto specialistico in presenza di sintomi come ad esempio raucedine persistente, gonfiore al collo e deglutizione dolorosa e/o faticosa per almeno tre settimane, l'AIOCC (Associazione Italiana di Oncologia Cervico-Cefalica) organizza la seconda edizione della campagna di sensibilizzazione "Tieni la Testa sul Collo. Un controllo può salvarti la vita", con il patrocinio del Ministero della Salute.

La campagna è stata presentata durante una Tavola Rotonda al Senato su iniziativa della Senatrice Maria Rizzotti, membro della 12a Commissione Permanente Igiene e Sanità del Senato della Repubblica: "Sono lieta che la campagna Tieni la Testa sul Collo, in seguito al successo della prima edizione, abbia avuto continuità in modo da proseguire l'importante percorso di sensibilizzazione intrapreso. In questa occasione - ha spiegato - chiediamo al Governo, appena insediato, di rivolgere la propria attenzione non solo verso le necessità di quei pazienti colpiti da questa grave patologia ma anche verso l'utilità di iniziative informative e di prevenzione come questa, specialmente se relative a malattie in cui il tempo fa la differenza."

L'iniziativa italiana fa parte di quelle previste a livello europeo nell'ambito della Make Sense Campaign, promossa dalla EHNS (European Head and Neck Society). "Nell'ambito della campagna di quest'anno, grazie a messaggi diretti di incoraggiamento accompagnati da una grafica originale - spiega Valentino Valentini, Presidente AIOCC -, abbiamo invitato la popolazione a partecipare alle numerose iniziative che si stanno svolgendo nei 30 Centri specialistici su tutto il territorio nazionale per invitarli ad informarsi e, a sottoporsi ad una visita gratuita, dove previsto. L'impegno di AIOCC - prosegue il professore - va oltre: il nostro obiettivo principale è infatti quello di curare sempre meglio i pazienti, limitando al massimo non solo le sofferenze ma anche le difficoltà legate a percorsi quotidiani complessi che aggiungono disagio ai problemi legati alla malattia". (segue)