Tumori, in Veneto al via Oncorete Sharing and Innovation System

Bnz/Ral

Padova, 4 ott. (askanews) - Supportare un modello di governance innovativo ed efficiente che porti indubbi vantaggi ai pazienti. Questo l'obiettivo del Progetto "Oncorete Sharing and Innovation System", serie di Convegni regionali, organizzati da Motore Sanità, con il contributo incondizionato di Bristol-Myers Squibbe che oggi fa tappa in Veneto.

In Veneto nel 2016 277.038 persone si sono ammalate di tumore in Veneto.Il 5,6 per cento avevano una diagnosi pregressa di tumore, 1 ogni 20. Le best practices a livello regionale sono fondamentali per migliorare le reti oncologiche e centri oncologici che progressivamente si stanno formando. Allo stesso modo è importante comunicare ai cittadini i risultati raggiunti dalle reti oncologiche al fine di aggiornarli sui progressi medici raggiunti.

"Proprio nei giorni scorsi - ha sottolineato Manuela Lanzarin, assessore alla Sanità e al Sociale, Regione Veneto - abbiamo ricevuto la bella notizia che, per la prima volta, il numero di tumori in Italia è diminuito. Credo di poter dire senza tema di smentita che la Rete oncologica veneta, strutturata in modo capillare com'è, abbia dato un sostanzioso contributo a questo risultato, perché in Veneto abbiamo raggiunto un obbiettivo per noi strategico: grazie alla rete tutti i cittadini, su tutto il territorio, hanno le medesime possibilità di ricevere le cure migliori. Mi complimento con gli organizzatori per la scelta del tema, tanto vicino ai bisogni di salute, e anche alle paure, della gente".

(Segue)