Tunisia al voto, domenica 26 candidati per la carica di presidente -2-

Fth

Roma, 14 set. (askanews) - Sotto il padre fondatore della Tunisia, Habib Bourguiba, i poteri del presidente, come indicato dalla costituzione del 1959, si estendevano a quasi tutte le sfere della società. Ma sulla scia della rivoluzione del 2011, i membri dell'assemblea costituente hanno cercato di limitare il potere del capo dello Stato, dando vita a una costituzione che ha lasciato al presidente un mandato limitato agli Affari Esteri, alla Difesa e alla Sicurezza Nazionale.

UNA PRESIDENZA PIÙ FORTE? Alcuni candidati presidenziali, in particolare Zbidi, hanno espresso la loro frustrazione per l'attuale configurazione costituzionale, affermando che non consente né un sistema presidenziale né parlamentare. "Questo è irragionevole. La mancanza di efficienza in questo sistema ibrido interrompe la ripresa economica e la transizione democratica", ha recentemente dichiarato Zbidi all'agenzia di stampa Reuters. Se eletto, il 69enne ha dichiarato che presenterà un emendamento costituzionale che autorizzerebbe la presidenza a tenere un referendum popolare.(Segue)