Tunisia, alle presidenziali il primo candidato dichiaratamente gay

Sim

Roma, 9 ago. (askanews) - L'avvocato tunisino Mounir Baatour, dichiaratamente omosessuale, si è candidato alle elezioni presidenziali del 15 settembre, in un Paese dove, stando a un sondaggio della Bbc, solo il 7% delle persone giudica accettabile l'omosessualità. "Candidatura storica per la giovane democrazia tunisina - si legge nel comunicato pubblicato da Baatour sul proprio account Twitter - per la prima volta, nel mondo arabo-musulmano un candidato dichiaratamente gay corre per la massima carica dello Stato".

Avvocato alla Corte di Cassazione e presidente del Partito liberale, nel 2013 ha scontato tre mesi di prigione per "sodomia" con un minore, accusa che ha sempre respinto. (Segue)