Tunisia, la piazza in tumulto chiede la messa in stato d'accusa del presidente Saied

Centinaia di tunisini in piazza per chiedere il rispetto della Costituzione, durante le proteste che mirano alla messa in stato d'accusa del presidente Kaïs Saied.

Lo scorso luglio, quest'ultimo ha fatto fuori il primo ministro del Paese, sospeso il Parlamento - i cui poteri sono ora congelati - ed assunto l'autorità esecutiva.

Pur giustificando il tutto come un'emergenza nazionale, i suoi detrattori non esitano a definire le manovre un vero e proprio colpo di Stato.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli