Tunisia: voto protesta alle presidenziali, premiati due outsider

Fco

Roma, 16 set. (askanews) - Molti non hanno esitato a parlare di "insurrezione elettorale". I cittadini in Tunisia ieri si sono espressi nel primo turno delle elezioni presidenziali anticipate e hanno dato la loro preferenza a due candidati considerati come "outsider" rispetto all'establishment politico. È quanto emerge dagli exit poll: il ballottaggio è in programma il mese prossimo, non più tardi del 23 ottobre.

Il giurista e costituzionalista Kais Saied si è piazzato al primo posto con il 19 per cento delle preferenze espresse. È davanti al magnate della televisione Nabil Karoui: quest'ultimo, soprannominato il Berlusconi di Tunisi, è accreditato, malgrado sia in carcere dal 23 agosto per "evasione fiscale", di circa il 15 per cento dei consensi. Lo hanno indicato domenica sera gli istituti Sigma Conseil ed Emrhod. (Segue)