Turbante e brownface, bufera su Trudeau per una foto del 2001. Lui si scusa

HuffPost

Il premier canadese, Justin Trudeau, si scusa per una foto che lo ritrae con il volto dipinto di nero durante una festa in costume risalente al 2001 e pubblicata da Time.  La festa in costume, dal tema ‘Arabian Nights’, era stata organizzata dalla scuola privata di Vancouver dove Trudeau, allora 29enne, insegnava. Il portavoce del premier ha confermato che l’uomo truccato con la ‘brownface’, immortalato insieme a quattro donne, è proprio Trudeau.

VIDEO - Le scuse del premier: “Non pensavo potesse essere razzista” 

 

“Mi scuso profondamente. Ora riconosco che è stato un gesto razzista di cui mi pento”, ha detto il premier, alle prese con una difficile campagna per la rielezione, durante l’intervento in tv dal suo aereo. Il primo ministro ha dunque confermato che non è stata quella l’unica volta in cui si è mascherato. Mentre era al liceo ha riferito di aver partecipato truccato ad una gara di talenti cantando ‘Day O’, nota canzone jamaicana.

Il primo ministro, già in difficoltà per un caso di conflitto di interessi, ha quindi assicurato che “continuerà a lavorare per combattere l’intolleranza e la discriminazione, anche se io ho fatto un errore in passato”.

Continua a leggere su HuffPost