Turchia, vittima di violenza sessuale uccide lo stupratore. Ora vuole abortire

E' l'antica legge del taglione, provocata questa volta da un episodio terribile. Una giovane donna turca abitante in un paese della provincia per settimane ha subito la violenza sessuale di un feroce stupratore.
L'uomo, minacciandola con le armi e paventando di distribuire sue foto nuda ai vicini di casa, ha ripetuto il gesto per numerose volte, costringendola a subire rapporti sessuali. Alla fine la donna si è ribellata in un modo che nessuno avrebbe potuto immaginare: ha ucciso l'uomo, dopo avergli sparato ai genitali, gli ha tagliato la testa e l'ha gettata nella piazza principale del paese.

Dentro alla mente del serial killer

Nevin, così si chiama la donna, è adesso in carcere per omicidio. Non solo: per via delle numerose violenze subite è rimasta anche incinta e adesso vorrebbe abortire per non mettere al mondo il frutto dello stupro. L'episodio ovviamente ha sconvolto la Turchia intera. Il suo è stato definito un delitto d'onore alla rovescia. In Turchia, nelle zone rurali, infatti, vige ancora il codice d'onore: una donna che si comporta in modo sessualmente poco pulito o addirittura subisce violenza, può essere uccisa dai familiari per aver disonorato la famiglia. Ma Nevin ha orgogliosamente dichiarato di essersi vendicata di chi "si era preso gioco del suo onore".

Il caso dell'amante assassina

Le polemiche adesso vertono sulla volontà della donna di abortire. Il governo turco infatti, che da qualche tempo sta pensando di abolire la legge che permette l'aborto, ha espresso parere negativo e starebbe pensando a uno speciale decreto legge per impedire a Nevin di abortire. Lei ha già detto che se le venisse impedito si suiciderà.
L'aborto in Turchia è legale dal 1983, ma l'attuale presidente Erdogan, per favorirsi l'elettorato islamico, ha recentemente dichiarato che l'aborto è un omicidio e che andrebbe abolita la legge che lo permette. Inoltre la legge turca vieta l'aborto dopo la decima settimana: Nevin si trova al quinto mese di gravidanza. Recentemente si è assistito a manifestazioni con la partecipazione di migliaia di donne in difesa della libertà di abortire, ma lo scontro con il governo di ispirazione islamica si preannuncia duro.

L'assassino scrive un romanzo sul suo omicidio

Yahoo! Notizie - Il dibattito Usa sull'aborto

Ricerca

Le notizie del giorno