Turchia, centinaia di arresti per critiche a operazione in Siria -3-

Red/Sim

Roma, 1 nov. (askanews) - Il 10 ottobre, il giorno dopo l'inizio dell'offensiva militare, l'autorità regolatrice delle comunicazioni (Rtuk) ha avvisato gli organi d'informazione che vi sarebbe stata tolleranza zero su "ogni trasmissione che potrebbe avere un impatto negativo sul morale e sulle motivazioni dei soldati o che potrebbe ingannare i cittadini attraverso informazioni incomplete, false o parziali funzionali agli obiettivi del terrorismo".

Lo stesso giorno Hakan Demir di "Birgün" è stato interrogato su un tweet pubblicato dall'account ufficiale del quotidiano che rilanciava un servizio della Nbc con questo testo: "Gli aerei da guerra turchi hanno iniziato a compiere attacchi contro aree civili". Contemporaneamente Fatih Gökhan Diler, direttore del portale "Diken", veniva arrestato per aver pubblicato un articolo dal titolo "Le Sdf denunciano: due civili hanno perso la vita".

Entrambi i giornalisti sono stati accusati di "incitamento all'odio e all'inimicizia" e sottoposti a un divieto di viaggio all'estero fino all'esito delle indagini. (Segue)