Turchia: Erdogan contro legge aborto, ''E' un omicidio''

(ASCA-AFP) - Ankara, 25 mag - Il primo ministro turco, Recep

Tayyip Erdogan, leader di un partito di ispirazione islamica,

ha attaccato oggi le norme che consentono l'aborto,

definendolo un ''omicidio''.

''Io sono un primo ministro che e' contrario anche ai

parti cesarei. Considero l'aborto un omicidio'', ha detto

Erdogan secondo quanto riportato dall'agenzia Anatolia.

''Nessuno dovrebbe avere il diritto di farlo. Si puo'

uccidere un bambino nel grembo della madre, o ucciderlo dopo

la nascita. Non c'e' differenza''.

In Turchia, l'aborto e' legale durante le prime 10

settimane di gravidanza, ma se la donna e' sposata e'

necessario il consenso anche del marito.

Erdogan, a capo del Partito Giustizia e Sviluppo, ha detto

piu' volte che secondo lui le donne dovrebbero avere almeno

tre figli e nel 2004 aveva cercato di approvare una legge che

criminalizzava l'adulterio, rinunciando poi sotto le forti

pressioni dell'Unione Europea.

Ricerca

Le notizie del giorno