Turchia, Fratoianni: inaccettabile arresto parlamentari turchi

Fdv

Roma, 6 giu. (askanews) - "In Turchia assistiamo ad un altro atto di repressione autoritaria e di attacco delle garanzie democratiche. La revoca dell'immunit e l'arresto di Leyla Gven, Musa Farisogullari e Enis Berberoglu, parlamentari dei partiti di opposizione HDP e CHP, grave e inaccettabile". Lo afferma il portavoce nazionale di Sinistra Italiana, Nicola Fratoianni.

"Le accuse di "terrorismo" e "spionaggio" a loro rivolti altro non sono - prosegue l'esponente di Leu - che la manifestazione di un'eclatante insofferenza di Erdogan per qualsiasi forma di dissenso e sono parte di una ormai troppo lunga ed insopportabile scia di epurazioni e arresti di funzionari, magistrati, giornalisti, accademici, sindaci".

"Non possiamo fare finta di non vedere quello che sta accadendo in un Paese che sta giocando un pericoloso gioco ruolo egemonico nel Mediterraneo, dalla Siria alla Libia. La comunit internazionale, a partire dall'Europa - conclude Fratoianni - ha il dovere di reagire e di farlo con forza e con urgenza".