Turchia, ondata di arresti per il tentato golpe del 2016

webinfo@adnkronos.com

Sono cinquanta i sospetti membri della rete del predicatore islamico Fetullah Gulen arrestati dalle forze della sicurezza turca in un'operazione ordinata dalla procura di Ankara e che ha portato a blitz condotti in 15 città. Lo rende noto l'agenzia di stampa Anadolu citando fonti della sicurezza a condizione di anonimato e spiegando che le persone arrestate sono accusate di essere tra i 71 gulenisti infiltrati nel ministero della Giustizia turco. 

L'emittente Trt spiega che i procuratori turchi hanno emesso mandati di arresto per 467 sospetti di avere legami con la rete di Gulen, considerato da Ankara la mente del tentato colpo di Stato del luglio del 2016, costato la vita a 250 persone. La polizia ha lanciato operazioni simultanee in 67 province turche per catturare i sospetti.