Turchia ordina di oscurare sito di informazione indipendente -2-

Fco

Roma, 6 ago. (askanews) - Il tribunale di Ankara ha indicato che questa decisione mira in particolare a "proteggere (...) la sicurezza nazionale e l'ordine pubblico", senza tuttavia spiegare cosa sia contestato ai siti e ai profili colpiti. Questa decisione, che risale allo scorso mese ma è stata resa pubblica soltanto oggi, è stata presa su richiesta del Comando della polizia nazionale, che dipende dal ministero degli Interni.

Fondata nel 1997 e con sede a Istanbul, Bianet è nota in particolare in Turchia per gli articoli sui diritti umani, sulle violenze contro le donne o ancora per la copertura esaustiva dei processi legati alla libertà di espressione. "La decisione non è stata trasmessa a Bianet, l'abbiamo appresa per caso", ha dichiarato l'avvocato del sito, Meric Eyuboglu. Secondo il portale oltre 200mila articoli pubblicati in più di venti anni saranno resi inaccessibili.