Turchia, repressione contro media dopo attacco in Siria -6-

Mos

Roma, 1 nov. (askanews) - Il 27 ottobre l'avvocata ed editorialista Nurcan Kaya è stata arrestata all'aeroporto di Istanbul dopo che aveva scritto su Twitter: "Sappiamo per esperienza che ciò che chiamate operazione di pace è un massacro". Rilasciata dopo poche ore, non potrà viaggiare all'estero.

Ma non sono solo i giornalisti turchi a essere presi di mira. Il 25 ottobre gli avvocati del presidente Erdogan hanno annunciato di aver denunciato per "offesa al presidente" il direttore e l'editore del settimanale francese "Le Point", che il giorno prima aveva pubblicato in copertina questo titolo: "Pulizia etnica: il metodo Erdogan".(Segue)