Turchia, repressione contro media dopo attacco in Siria -7-

Mos

Roma, 1 nov. (askanews) - Solo nella prima settimana dell'offensiva militare, 839 account sono stati posti sotto indagine per ôdiffusione di contenuti di rilevanza penaleö; 186 persone sono state messe in custodia di polizia e 24 di loro sono state rinviate in detenzione preventiva.

Una delle persone arrestate è accusata di ôpropaganda in favore di un'organizzazione terroristaö per aver retwittato tre post. Uno di questi aveva il seguente testo: "Il Rojava vincerà. No alla guerra". Anche in questo caso sono stati disposti il divieto di viaggio all'estero e l'obbligo di presentarsi due volte al mese a una stazione di polizia.(Segue)