Turismo, alla Bit saranno 64 gli operatori della Lombardia

Mch

Milano, 5 feb. (askanews) - "Saranno 64 gli operatori lombardi presenti" alla Bit, la Borsa internazionale del turismo che si aprirà a Fieramilano City il 9 febbraio. Lo ha detto l'assessore regionale al Turismo, Marketing territoriale e Moda, Lara Magoni. "Professionisti del settore e visitatori saranno accolti dalla Regione in un'area espositiva di oltre 700 metri quadrati. Dalle montagne ai laghi, dalla cultura all'arte, dai paesaggi mozzafiato sino ai percorsi enogastronomici: alla BIT 2020 - ha sottolineato l'assessore - la Lombardia si presenta con tutte le sue eccellenze".

Lo stand è organizzato con un'Area 'Accoglienza istituzionale', compreso di corner per la distribuzione del Passaporto turistico inLombardia e per la promozione dell'App #inLombardia PASS. Cuore dell'area espositiva sarà l'Area Eventi, che ospiterà un ricco palinsesto di iniziative istituzionali e di promozione del territorio. Inoltre, lo stand regionale ospita 48 postazioni riservate ai co-espositori del b2b per la commercializzazione dell'offerta turistica lombarda e 16 postazioni riservate ai territori lombardi per la promozione tematica ed esperienziale delle destinazioni.

"L'obiettivo - ha aggiunto Lara Magoni - è promuovere la Lombardia come sistema turistico integrato, valorizzando le peculiarità dei suoi territori". L'assessore ha poi ricordato il valore economico del comparto: "In Italia realizza il 13,2% del Pil e dà lavoro a quasi il 15% degli occupati. Non è un caso che la Lombardia abbia individuato in questo comparto un ambito strategico sul quale puntare per lo sviluppo economico. È una delle nostre priorità favorire in tutti i modi il nostro potenziale turistico, un settore che cresce al ritmo del 3,2%, ovvero 3,6 volte in più della crescita dell'economia italiana".