Turismo, Enit: Italia secondo Paese di destinazione per i francesi

Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 16 set. (askanews) - Stime favorevoli per il turismo in Italia. La stagione estiva ha registrato un incremento di presenze nelle città d'arte e nelle località balneari, che hanno visto il ritorno di visitatori stranieri e nazionali. Visto il rinnovato interesse dei francesi per la destinazione Italia e i risultati incoraggianti del 2021 (2.535.309 arrivi / 6.929.254 pernottamenti), ENIT torna con forza all'edizione 2022 della fiera B2B IFTM Top Résa a Parigi Porte de Versailles (20-22 settembre) con 200 destinazioni, 1700 brand, 34mila professionisti del turismo, 150 sessioni di conferenze.

"Per il mercato francese, terzo in Europa per origine dei volumi di flussi e di spesa dei turisti internazionali, l'Italia è il secondo Paese di destinazione (dopo la Spagna). Si tratta di dimensioni significative per l'Italia considerato che sempre secondo elaborazioni dell'Ufficio Studi ENIT su dati Banca d'Italia - la Francia è stata prima del Covid il terzo mercato geografico per peso della spesa dei turisti stranieri in Italia, dopo Germania e Stati Uniti. Secondo gli ultimi dati disponibili (2021), in questa fase di recupero dal Covid, dalla Francia origina il 13% del totale speso dai turisti stranieri in Italia (21,3 miliardi di euro). Questo fa della Francia il secondo mercato straniero (dopo la Germania), in attesa del completo recupero dei flussi di turismo dagli Stati Uniti. Sulla base degli stessi dati, l'Ufficio Studi calcola che, mediamente, la durata del viaggio è di 6 notti per una spesa di 108 euro a notte. I Francesi in Italia prediligono i soggiorni al mare (18,6% della spesa totale) e visitare le città d'arte (16,7%)", dichiara Roberta Garibaldi Ad Enit.

In base alle ricerche di alloggio effettuate su Google negli ultimi 3 mesi, l'Italia (51) risulta il secondo paese di destinazione per un viaggio all'estero per i viaggiatori francesi dopo la Spagna (100). Seguono Grecia (29), Marocco (24) e USA (21). Per settembre 2022, le prenotazioni aeree dei francesi verso l'Italia risultano attualmente in aumento del 30% circa rispetto al medesimo mese del 2021. In agosto gli arrivi aeroportuali dalla Francia sono cresciuti del +2,5% sul 2021. Nel 2021 i flussi turistici francesi negli esercizi ricettivi italiani aumentano più del 90,0% rispetto al 2020: 2,5 milioni di arrivi (+94,4%) e circa 7 milioni di presenze (+91,5%). In termini di presenze, la Francia è il quarto mercato di origine con una quota del 6,5% sul totale internazionale (106 milioni) dopo Germania (41,7%), Svizzera (7,8%) e Austria (7,1%). Gli alberghi ospitano il 65,5% della clientela francese. Nel 2021 i viaggiatori francesi spendono complessivamente 2,8 miliardi di euro in Italia (+19,3% sul 2020; -36,9% sul 2019).

Oltre alla presenza all'IFTM Top Resa 2022, ENIT parteciperà anche alla prossima fiera del lusso ILTM di Cannes (dal 5 all'8 dicembre 2022). Nell'ambito della partnership ENIT/Accor Arena, tuttora in vigore (proiezione di video dell'Italia sul palco e nei corridoi, slogan pubblicitari dell'Italia, ecc.), ENIT ha organizzato il suo workshop annuale per i rappresentanti dei segmenti MICE/tempo libero nelle lounge dell'Accor Arena lo scorso maggio e continuerà questi incontri B2B e PR fino alla fine dell'anno nel suo box privato decorato con i colori italiani.