Turismo, riaprono i confini ed corsa agli stranieri -3-

Red/Gca

Roma, 10 giu. (askanews) - A controbilanciare l'andamento calante dei flussi stranieri, pu venire anche in soccorso la domanda interna, recuperando una quota di viaggiatori che, in passato, trascorrevano le proprie vacanze all'estero spendendo, nel 2019, 27 miliardi di . Anche in questo caso molto dipender dalle disponibilit economiche e dalle scelte delle famiglie tenendo conto che il 42,1% della spesa proviene da viaggiatori del Nord Ovest e in particolare dai residenti in Lombardia (30,3% della spesa totale all'estero del 2019), il 22,5% dal Nord Est, il 20,6% dall'Italia Centrale (in particolare Roma e Lazio 12,5%) e per il 14,8% dal Mezzogiorno. In complesso, il valore aggiunto diretto del turismo, pari al 6%, si potrebbe ridurre notevolmente nel 2020 con una perdita fra il 3,5 e 4% del Pil. Il Decreto Legge "Rilancio" punta per il turismo sul sostegno alla domanda per le famiglie a reddito medio-basso, attraverso un "tax credit vacanze" il cui costo previsto di- 1,7 miliardi di per il 2020 e rappresenta il 76% degli oneri per gli interventi di sostegno al settore per questa annualit. (segue)