Turismo, a Roma firmata intesa concorrenza leale fra operatori -3-

Red/Nav

Roma, 9 nov. (askanews) - "La convenzione per il pagamento della tassa di soggiorno da parte dei colossi delle prenotazioni turistiche on-line è un provvedimento dovuto a Roma e a tutta la sua filiera di settore. I portali telematici sono tenuti a versare il contributo perché assimilati ai gestori di strutture ricettive alberghiere ed extra-alberghiere, tenuto conto della loro presenza sempre più incisiva nel mercato di riferimento. Un'intesa decisiva per la concorrenza leale fra operatori, ma anche per legalità in senso lato, perché elimina eventuali margini di sommerso e garantisce la tracciabilità dei flussi turistici. Da questi accordi si attende un gettito annuo di 15 milioni, da reinvestire a vario titolo in città", spiega Carlo Cafarotti, Assessore allo Sviluppo economico, Turismo e Lavoro di Roma Capitale.

"Con la convenzione tra Roma Capitale e i portali telematici che svolgono il servizio di prenotazione di alloggi a fini turistici aggiungiamo un ulteriore fondamentale tassello nella lotta all'evasione del contributo di soggiorno che ha registrato in questi mesi, con il nuovo Regolamento adottato dall'Assemblea Capitolina e grazie al lavoro dei Dipartimenti e della Polizia Municipale, importanti risultati. Completiamo quindi il percorso iniziato con l'inserimento delle nuove norme, che hanno aumentato la responsabilità degli albergatori in caso di omesso o parziale trasferimento delle somme corrisposte dai turisti: interveniamo sui flussi on-line, semplifichiamo le procedure e rendiamo più agevoli pagamenti e riversamenti", aggiunge Gianni Lemmetti, Assessore al Bilancio di Roma Capitale.

"Finalmente interveniamo anche sui portali telematici, un ulteriore passo in avanti, dopo la modifica del Regolamento sul contributo di soggiorno che contempla anche le locazioni brevi, verso la lotta all'evasione e all'emergere del sommerso. Questo porterà milioni di euro da poter reinvestire nella città", conclude Carola Penna, Presidente della Commissione Turismo, Moda e Relazioni internazionali di Roma Capitale.