Turismo, Sojern: cresce il desiderio di fare le vacanze in Italia

Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 5 set. (askanews) - Una gran voglia di vacanze caratterizza le ricerche per prenotazioni alberghiere in Italia nell'estate 2022: da gennaio ad agosto si registra un aumento del 131% rispetto al 2020. In discesa invece le ricerche di prenotazioni alberghiere internazionali che toccano il -54%. C'è tuttavia una grande fiducia del turista straniero che continua a cercare di prenotare in Italia. Nei mesi che vanno da gennaio ad agosto 2022, nonostante le prenotazioni alberghiere non abbiano ancora raggiunto i livelli pre-pandemia, Sojern ha registrato una crescita del 154% delle ricerche internazionali di hotel in Italia. Lo slancio del 2022 si evidenzia ancora di più confrontando le ricerche di prenotazioni domestiche da gennaio ad agosto di quest'anno che segnano un'impennata del 518%.

Secondo le analisi Sojern, i Paesi da cui hanno origine le ricerche sono USA(27%), un mercato di lungo raggio importantissimo per l'incoming italiano, Italia(18,4%), Francia (13,8%), Gran Bretagna(6,7%), Germania (3,9%). La maggior parte della domanda è orientata a un soggiorno che va dai 4 ai 7 giorni, ma bisogna considerare che a livello internazionale, moltissimi cercano un hotel per un solo giorno (31%) testimonianza del rilancio anche del business travel. Diversa la situazione della ricerca di voli per l'Italia. Qui rispetto al 2020 abbiamo una crescita del 41% delle ricerche di voli nazionali, e del 15% di quelli internazionali. Analogo invece il comportamento della domanda nel 2022 con un incremento da gennaio ad agosto del 64% dei ricercatori di voli italiani per la stessa italia, e del 51% di quelli internazionali per il nostro Paese.

"L'estate 2022 ci dimostra come la domanda turistica, soprattutto online, sia estremamente reattiva e che ormai la partita non si gioca solo sul domestico. L'unica ricetta consolidata per poter capitalizzare questi nuovi trend è quella di poter avere un continuo approccio data-driven per pianificare e monitorare gli investimenti e al contempo utilizzare nuove tecnologie che permettano di adattare i budget in tempo-reale, specialmente in ottica di caro vita e di crisi energetica le tecnologie permettono anche di garantire un ritorno dell'investimento con modelli pay-on-the-stay", commenta Luca Romozzi direttore commerciale Europa di Sojern.