Turismo sostenibile, un Master per formare i manager di domani

default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, (askanews) – Formare figure professionali in grado di costruire un’offerta turistica innovativa, integrata con le peculiarità locali, che contribuisca a trasformare il potenziale inespresso dei territori in opportunità concreta di sviluppo e valorizzazione. È questo l’obiettivo che Luiss Business School, in collaborazione con Accademia Intrecci, intende perseguire con il Master in Management delle Imprese Culturali e Creative – Major in Turismo Sostenibile, Strategie e tecniche di destination management per lo sviluppo e la valorizzazione dei territori, presentato a Villa Blanc.

Il turismo è un settore fondamentale per l’economia e se la pandemia ha segnato un brusco calo di fatturato e presenze, già i dati della terza settimana di aprile scorso segnalano una ripresa che fa ben sperare. Occorre però guardare al futuro con la consapevolezza che la domanda di turismo è cambiata, e che per essere competitivi bisogna adeguare l’offerta puntando sulla formazione di figure competenti. Un aspetto centrale, come spiega Matteo Caroli, Associate Dean for Internationalization di Luiss Business School e direttore scientifico del Master:

“Il valore aggiunto sta nel formare risorse umane con competenze nuove per un turismo sostenibile. Il turismo sta vivendo una fase di passaggio cruciale, continua ad avere grandissime opportunità come era prima del Covid ma con una logica diversa: sempre più il turismo dovrà avere un impatto ambientale e sociale positivo.

Il nostro Master risponde a questa domanda di nuove competenze formando giovani in grado di operare con successo sia nel sistema privato ma anche nel sistema pubblico, perché un’altra delle novità sarà la sempre maggiore collaborazione tra pubblico e privato. E quindi anche nelle istituzioni pubbliche, nelle amministrazioni locali sarà necessario avere personale qualificato che sappia interagire in modo efficace con gli attori privati”.

Partner del Master è l’Accademia Intrecci, di cui è co-founder Dominga Cotarella:

“Il Master nasce da un incontro tra la mia Accademia Intrecci – Alta formazione di sala e Luiss Business School orientato a dare voce alla bellezza dei nostri territori. Quindi è un Master orientato ai giovani che vogliono dedicare la loro esperienza, la loro passione a questi territori con un approccio manageriale ma raccontare tutto ciò che di bello questo territorio ha: il piccolo borgo, la comunità, il patrimonio culturale, artistico, paesaggistico, enogastronomico ma da una prospettiva manageriale. Il Master sarà diviso in due momenti: un primo momento in Luiss da ottobre a dicembre, un secondo momento nella nostra Accademia Intrecci a Castiglione in Teverina (VT), dove i ragazzi avranno l’opportunità di vivere in formula campus, quindi andranno a condividere non solo gli spazi ma momenti di gioia, momenti di difficoltà, l’idea della convivenza come uno strumento fondamentale per creare un’armonia”.

E chissà che questa esperienza, che coinvolge ora Lazio e Umbria, non si estenda un domani ad altri territori.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli